Collaborazione europea con

Mutui. Esproprio facile dopo 3 rate non pagate

Secondo il Corriere della Sera, ieri sera sarebbe arrivato il testo del decreto legge sulle banche n. 59, che include alcune novità su mutui, pegni, espropri.

Siete imprenditori e avete un immobile in garanzia?

Sappiate che la banca potrà riprenderselo in caso di rate non pagate dei mutui, «quando il mancato pagamento si protrae per oltre sei mesi dalla scadenza di almeno tre rate anche non consecutive». 

È quindi ufficiale la semplifica delle procedure necessarie da parte dell’istituto creditore per riprendersi l’immobile dato in garanzia dall’imprenditore, il decreto non riguarda infatti le famiglie.

Una nuova mazzata, tuttavia, per quegli imprenditori in difficoltà, che potranno vedersi espropriati dell’immobile sede del proprio lavoro; il solito copione già visto, a favore delle banche e a discapito delle persone.

Per le imprese, sarà confermato anche il pegno mobiliare non possessorio, che consentirà agli imprenditori di costituire il pegno sui beni mobili destinati all’esercizio dell’attività imprenditoriale, continuando così la produzione senza subire lo spossessamento.

Non è rara la presenza di irregolarità in mutui e conti correnti, così come in altri prodotti finanziari. Se non ti fidi del tuo istituto di credito, chiedi un supporto a DECIBA. Forniamo pre-analisi gratuite del mutuo e rileviamo eventuali illeciti. Controlla il tuo mutuo, è un tuo diritto.

Read 4897 times

Chiamaci

    

Tutte le news

Accademia di Alta Formazione

D.E.C.I.BA.