Collaborazione europea con

Banche: l'escamotage del tasso minimo

Novità sui mutui a tasso variabile.

È stato denunciata l'applicazione di tassi di interesse non in linea con le previsioni contrattuali. Data la consistente diminuzione dell'Euribor, uno dei principali tassi di interesse del mercato interbancario, i consumatori avrebbero dovuto trovarsi una rata più leggera da pagare.

In realtà non è stato così. Alcuni istituti bancari non hanno tenuto conto dei valori negativi dell'Euribor, applicandogli invece un valore pari a zero che ha reso il valore del tasso minimo di questi mutui uguale allo spread. Un escamotage che viola le norme che regolano la trasparenza delle condizioni contrattuali e che, se provato, permette al consumatore di avere rimborsate le somme pagate in più.

Per sapere se sia possibile avere il rimborso, tutti coloro che hanno sottoscritto un mutuo a tasso variabile devono controllare il parametro di indicizzazione e se è presente un tasso minimo sotto il quale il tasso di interesse non può andare. Nel caso in cui il tasso minimo non venga indicato, ma sia stato ugualmente applicato dalla banca si ha diritto al risarcimento delle spese indebitamente versate.

Read 2313 times

Chiamaci

    

Tutte le news

Accademia di Alta Formazione

D.E.C.I.BA.